Sporco Lobbista – Il blog di Fabio Bistoncini

Pubblicato da Fabio Bistoncini il 18/12/2011 & archiviato in Presentazioni SporcoLobbista

Agorà – Rai 3 – Venerdì 16 dicembre 2011

Venerdì sono stato ospite di Andrea Vianello ad Agorà.
Per gli interessati il link del video della trasmissione è questo.
Ho avuto una certa difficoltà ad entrare nel vivo del dibattito dal momento che ero in collegamento da Milano e quindi non propriamente a mio agio.
Il tema era quello delle liberalizzazioni.
Tra gli ospiti Linda Lanzillotta (parlamentare dell’Alleanza per l’Italia), Vincenzo Tassinari (Presidente del Consiglio di Gestione di COOP Italia), Annarosa Racca (Presidente di Federfarma, l’associazione dei titolari di farmacie) e Loreno Bittarelli (Presidente Sindacato Uritaxi).
Spero di non aver detto troppe banalità cercando di essere neutrale rispetto ad un dibattito incentrato sulla dicotomia “buoni” e “cattivi”.
Alla fine ho anche suscitato la reazione (irritata, mi sembra) di Vincenzo Tassinari.
Alla domanda di Andrea Vianello, in chiusura di trasmissione, se i tassisti fossero una lobby potente ho semplicemente risposto che in studio avevano invitato tutti esponenti di gruppi d’interesse molto forti: tassisti, farmacisti e grande distribuzione.
Cosa che non è piaciuta a Tassinari.
Francamente non ne capisco il motivo.
La COOP è grande gruppo d’interesse, parte di un insieme di imprese (la grande distribuzione) che rappresenta una realtà importante nel panorama economico del nostro Paese.
Da anni si batte per la liberalizzazione della vendita dei farmaci al di fuori delle farmacie.
Lo ha fatto anche in questi giorni con l’acquisto, tra l’altro, di pagine pubblicitarie sui giornali.
Ora, ritenere che la posizione sostenuta dalla COOP e dalle altre aziende del settore sia ad esclusivo beneficio di noi consumatori, significa proporre una visione parziale del problema.
La realtà è molto più complessa.
I vantaggi sono anche per loro, che in questo modo riescono ad allargare l’offerta ai propri consumatori.
Tutto questo è perfettamente legittimo.
Basta che sia fatto senza ipocrisie.

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*