Sporco Lobbista – Il blog di Fabio Bistoncini

Pubblicato da Fabio Bistoncini il 06/06/2012 & archiviato in Lobbying

La lobby di Apple

Bell’articolo di Politico sugli investimenti in lobbying da parte di Apple.

 

Come emerge chiaramente dalla grafica, la società di Cupertino ha investito in attività di lobbying, nel primo quadrimestre del 2012, solo 500 mila dollari.

Dieci volte meno di quanto ha speso Google, un terzo rispetto a Microsoft, Hewlett – Packard e IBM.

Non solo, ma Apple è tra le poche aziende a non aver costituito un PAC per sostenere le proprie tesi con investimenti indiretti.

Come fa notare Politico Washington è forse l’unico posto al mondo dove Apple non ha costruito il suo brand.

L’atteggiamento dell’azienda è sempre stato quello di pensare solo ai suoi prodotti e alle politiche industriali e di marketing, quasi che il processo decisionale fosse un vincolo quasi fastidioso per lo sviluppo.

Eppure i dossier aperti, che hanno un potenziale impatto sull’azienda, sono numerosi. Così come le critiche che, da più parti, cominciano ad essere sollevate.

Probabilmente Apple sta seguendo l’esempio di altre grandi corporation che si sono accorte della necessità del lobbying solo DOPO essere entrate nell’agenda politico decisionale.

Un atteggiamento miope e di corto respiro.

Vediamo cosa succederà nei prossimi mesi.

 

 

 

 

 

 

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*