Sporco Lobbista – Il blog di Fabio Bistoncini

Pubblicato da Fabio Bistoncini il 20/01/2014 & archiviato in In evidenza, Politica

Subbuglio accademico

Giovanni Sartori, sabato scorso, ha scritto un editoriale di fuoco, su Il Corriere della Sera,  contro le proposte elettorali di Matteo Renzi.

Ma il Segretario del PD non è stato è stato l’unico ad essere colpito dagli strali del professore.

Sartori, infatti, ha attaccato pesantemente il Prof. Roberto D’Alimonte, colpevole di essere il “suggeritore” delle proposte renziane.

Il link all’articolo è qui.

Ieri Sartori è ritornato sul tema scusandosi per alcuni errori contenuti nell’articolo.

Nel mio editoriale di ieri (“Tre proposte e molti dubbi”) scritto a mano in grandissima fretta si legge che il Mattarellum era un proporzionale puro. No, era un sistema maggioritario con soltanto una coda proporzionale del 25%. Mi è scappato che D’Alimonte dice “doppio turno di collegio” mentre invece dice “doppio turno di coalizione”. Mi scuso per questi due errori.

Firmato: Giovanni Sartori

Ho sempre ammirato il Prof. Sartori per i suoi scritti e per le sue analisi dei sistemi elettorali.

Ma, conoscendo personalmente il Prof. D’Alimonte, penso che l’articolo sia ingeneroso e che rappresenti una caduta di stile.

La riprova sono gli errori contenuti nell’articolo.

Che se fossero stati commessi da uno studente universitario avrebbero comportato la sua bocciatura.

Errori dovuti certamente alla fretta ma anche, forse, ad una vis polemica nei confronti di un collega che, negli anni, si è costruito una reputazione che si basa su un metodo di lavoro ben preciso: all’elaborazione teorica segue sempre un’applicazione pratica dei modelli elettorali.

Perchè la teoria scientifica è certamente importante.

Ma è altrettanto importante l’analisi degli effetti che i vari modelli possono determinare.

Un vero peccato.

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*